Schermata 2015-03-31 alle 18.52.33

Renzi e gli affitti. Maiorano: “mostrate le fatture”.

Renzi e la maledizione affitti fiorentini, Maiorano chiede di visionare le fatture di pagamento

Renzi prende residenza a Firenze nel novembre 2009, pochi mesi dopo essere diventato sindaco. Affitta una mansarda di 80 metri in via Malenchini: il proprietario è Luigi Malenchini, marito di Livia Frescobaldi che sarà poi nominata con lo stesso Carrai nel maggio 2012 nel Cda del Gabinetto Vieusseux (ad indennità zero) quando Giuliano Da Empoli diventa presidente.

È Renzi a firmare il contratto da 12mila euro l’anno per via Malenchini. Dove resta fino a marzo 2011, quando decide per un’altra sistemazione: “Lo sfruttava troppo poco. Era lui a pagare e non gli abbiamo mai fatto sconti», racconta Frescobaldi”.

Alessandro Maiorano, raggiunto telefonicamente da noi de laretenonperdona, punta il dito per l’ennesima volta sul fare chiarezza, infatti chiede direttamente ai Frescobaldi: “perchè non mostrare le fatture con cui Renzi ha pagato i mesi di pigione di via Malenchini?”

E aggiunge: “sicuramente è tutto in regola, ma visto che facendo semplici domande innocue saltano fuori altari ed atarini a dir poco imbarazzanti, sarebbe cosa gradita visionare che anche in questo caso, effettivamente tutto è stato fatto a norma”.

Ad essere pignoli, secondo Maiorano sarebbe importante sapere se effettivamente i denari versati per l’affitto di via Malenchini, provengono come ci aspettiamo, dai conti correnti personali di Matteo Renzi.

In fine Maiorano confessa che sulla questione un mezza idea ce l’ha già. Per ovvi motivi (nonostante le nostre domande) non ha voluto rivelarcela.

Nei prossimi giorni lo stesso Maiorano fa sapere, che non è detto che anche la vicenda di via Malenchini, non diventi materia di un suo ulteriore esposto in procura.