Video di Maiorano censurato di infoindipendente

L’ombra della censura sembra calare sulle denunce e gli scandali che riguardano l’attuale Primo Ministro Matteo Renzi.

Il più anziano dipendente del comune di Firenze Alessandro Maiorano, da tempo guida la sua personale battaglia contro gli sperperi e le spese pazze, che avrebbero coinvolto in prticolare gli ambienti della politica fiorentina.

Secondo “Il grande accusatore”, in primis come responsabile di tali sperperi, sarebbe proprio l’ex presidente della provincia di Firenze e successivamente sindaco Matteo Renzi.

Un nostro articolo del 26 Febbraio 2014 recitava così:

Alessandro Maiorano dipendente del Comune di Firenze ha fatto varie denunce nei confronti dell’ex sindaco Matteo Renzi, tra cui l’ultima per capire quale fosse il motivo che spinse Renzi nel 2011 a prendere per un periodo di circa tre anni la residenza in via Degli Alfani 8 (Firenze), fuori dal proprio nucleo familiare che ufficialmente risiede nel comune di Pontassieve.

L’aspetto curioso di questa vicenda, è rappresentato dal tempismo di Renzi, che dopo l’uscita del nostro articolo del 22 Gennaio corre immediatamente in comune e chiede il cambio da via Degli Alfani a Pontassieve.

Il dipendente comunale promette che nei prossimi giorni seguiranno altre interessanti rivelazioni sul caso.”

Oggi scopriamo che il servizio realizzato da un giornalista di una tv veneta è stato rimosso e con esso l’intero canale youtube che lo ospitava.

Il fatto è sembrato al quanto curioso, soprattutto perchè in quel frangente il giornalista, decise di affrontare un viaggio a proprie spese da Treviso fino a Prato, tutto per incontrare ed intervistare Alessandro Maiorano. Ad occhio e croce quello che Maiorano avrebbe poi dovuto raccontare al cronista, doveva se non altro apparire come di sicuro interesse.

Perchè oggi scopriamo che tutti gli articoli riguardanti Maiorano-Renzi sono stati rimossi per intero dal loro sito web?

C’è stata una qualche pressione esterna?

Fatto sta che la denuncia dell’epoca formulata da Maiorano era (ed è tutt’oggi) suffragata da documentazione, che quantomeno farebbe sorgere seri dubbi, in merito alle scelte sostenute dall’amministrazione fiorentina quando a presiederla era prorpio l’attuale Premier Matteo Renzi.

Alessandro Maiorano sentito telefonicamente fa sapere che a breve ne usciranno delle belle in relazione alla questione “Escort“, che sembrerebbe aver costretto alcuni uomini “vicini a Renzi” a rassegnare le proprie dimissioni da Palazzo Vecchio.

La questione “escort” sembra aver ancora molto da svelare, in quanto la procura fiorentina ha già acquisito i tabulati delle telefonate partite dagli uffici di Palazzo Vecchio verso le prostitute alle quali si chiedevano appuntamenti.

La denuncia inizialmente è partita proprio grazie alle segnalazioni che il dipendente comunale Alessandro Maiorano fece all’epoca alla GDF di Firenze, denunciando alcuni  presunti casi di assenteismo all’interno di Palazzo Vecchio.

Gli episodi di presunto assenteismo denunciati da Maiorano riguarderebbero sembra gli uffici fiorentini di gabinetto e di segreteria di Matteo Renzi.