Schermata 2015-03-28 alle 08.58.22

I POLIZIOTTI condannati per omicidio colposo per la morte di Federico Aldrovandi dovranno pagare oltre 561.280 euro al ministero dell’Interno. Lo Stato infatti risarcì la famiglia del ragazzo ucciso a 18 anni da quattro agenti durante un controllo a Ferrara il 25 settembre 2005.

Dieci anni dopo la Corte dei Conti dell’Emilia-Romagna ha condannato Enzo Pontani, Luca Pol- lastri, Paolo Forlani e Monica Segatto: i primi due dovranno versare ciascuno 224.512 euro, gli altri 56.128 euro. La cifra riconosciuta è il 30% di quanto chiesto dalla Procura, 1,8 milioni.

La sentenza infatti imputa il rimanente 70% al Viminale. L’avvocato della famiglia, Fabio Anselmo, sottolinea le responsabilità del ministero per la ”mancanza di preparazione, organizzazione e formazione degli agenti. Non si può più parlare di mele marce”. Per l’avvocato degli agenti Marco Zincani, che farà appello, la responsabilità è “nell’organizzazione ministeriale delle tecniche di addestramento e di ammanettamento a terra”.