Schermata 2015-05-21 alle 06.57.26

Laura Boldrini in preda al delirio espelle dall’aula un deputato 5 Stelle, poi resasi conto della clamorosa gaffe lo riammette. Il deputato dem Marroccu smentisce subito: “Nessuna aggressione” e spiega: “Nessuna rissa, anzi mi spiace per il collega con cui ho anche preso un caffè”.

Marroccu: “Tutto è nato da una mia battuta, uscendo dall’aula ho scherzosamente detto al collega: ‘Siediti scemo’. Quando poi ci siamo incrociati vicino ai bagni, su suo invito, ho ripetuto la frase davanti ad altri Cinquestelle e il mio collega di partito Marco Miccoli mi ha visto accerchiato e ha pensato che mi stessero aggredendo”.

Ecco che la presidente Laura Boldrini, dopo la denuncia di Miccoli espelle dall’aula Alfonso Bonafede (m5s) scambiandolo per Tofalo salvo poi riammetterlo in Aula in quanto relatore della legge sulle class action. Tofalo: “La Boldrini è una pazza, io non ho fatto nulla”.

Scene di puro delirio che confermano ancora una volta l’inadeguatezza di una presidente della camera dei deputati eletta con meno del 1,8% .