(***) – Londra, 1 giu. – E’ l’incubo di ogni paziente
sopravvissuto al cancro: la malattia, a volte, ritorna anche
molti anni dopo dalla presunta guarigione. Questo perche’
alcune cellule malate vanno “in letargo” per proteggersi dalla
chemioterapia per poi “risvegliarsi” anche decenni dopo. A
scoprirlo e’ stato uno studio unico nel suo genere, condotto
dal The Institute of Cancer Research di Londra e pubblicato
sulla rivista Leukemia. I ricercatori hanno analizzato i
campioni di sangue e di midollo osseo di un paziente affetto da
una rara forma di leucemia, prelevati nel corso di 20 anni. In
particolare, sono stati analizzati campioni prelevati dal
paziente al momento della diagnosi quando aveva 4 anni d’eta’,
dopo una ricaduta a 25 anni d’eta’ e poi dopo 22 anni di
remissione. “Il nostro studio mostra una discendenza genetica
comune che collega la leucemia originale a quella recidivante
decenni piu’ tardi”, ha detto Mel Greaves, che ha coordinato lo
studio. “Lo studio fornisce la prova evidente di un evoluzione
del cancro – ha continuato – con le cellule tumorali capaci di
rimanere inattive per evitare il trattamento, e quindi capaci
anche di accumulare nuove mutazioni in grado di guidare un
nuovo attacco della malattia”.

*** sul sito di ******