“ Nardella ha comprato il suo nuovo appartamento a Firenze” , con queste parole Alessandro Maiorano mostra in un video una serie di assegni, che sarebbero serviti appunto per l’acquisto della casa fiorentina del sindaco Dario Nardella.

Gli assegni mostrati nel video sono dell’ammontare di circa 530 mila euro, che sempre secondo Maiorano, sarebbero transitati (alcuni) anche attraverso la Banca Federico del Vecchio, banca riconducibile al gruppo Banca Etruria.

Su Banca Federico del Vecchio ecco cosa si legge nel sito web ufficiale:Banca Federico Del Vecchio, Società per Azioni, è “Azienda Ordinaria di Credito” aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei depositi. E’ “Private Banking” sin dal 1889 e l’unica Banca privata fiorentina. Opera nel tipico contesto dell’economia cittadina e presta importante sostegno finanziario all’economia imprenditoriale ed ai privati. Dal 2006 è entrata a far parte del Gruppo Banca Etruria. La Banca ha la sua Sede storica di via Dei Banchi 5 e il Centro direzionale in viale Gramsci 69 inaugurata nel 1998, che dispone di un ampio parcheggio per la clientela.140assegno

Nelle sezione “Gruppo Banca Etruria” sempre sul portale della Banca Federico del Vecchio invece si legge:Gruppo Banca Etruria, Costituito da un insieme di società che operano sotto il coordinamento strategico e organizzativo della Capogruppo, il Gruppo Banca Etruria è attivo in molteplici ambiti: oltre che nel settore bancario, che rappresenta il core business, opera in quello del leasing, assicurativo, del credito al consumo, immobiliare e informatico. La Capogruppo, Banca Etruria , è presente in Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Emilia Romagna e Lombardia con un totale di 175 sportelli. Ai diversi segmenti di clientela (Private, Corporate, Retail), l’Istituto offre una vasta scelta di prodotti e servizi, alcuni dei quali disponibili anche attraverso il canale di Internet Banking Virty; inoltre, è tra le banche leader nell’intermediazione di oro.

Dario Nardella
Dario Nardella sindaco di Firenze

Effettivamente, come affermato da Maiorano nel suo video, la Banca Federico del Vecchio fa parte del gruppo Banca Etruria e quest’ultima risulta essere la capogruppo.

la premessa è che sicuramente è tutto regolare..” dice Maiorano, resta ilfatto che la cifra è consistente (circa 530 mila euro) e quindi (sempre secondo Maiorano) la questione su come e dove l’attuale sindaco abbia potuto racimolarla va chiarita. “Se non altro per una questione etica e morale continua Maiorano sarebbe auspicabile che il sindaco rispondesse alle sue domande, così facendo se non altro si fugherebbero anche dubbi e illazioni in merito.

Ci teniamo sin da subito a sottolineare che nonostante quanto emerso, al momento non possiamo assoluamnete asserire che esista e tanto meno sia esistita una qualunque seppur minima forma di facilitazione messa in atto da parte degli istituti citati nei confronti di Dario Nardella.

Resta comunque il sasso gettato nello stagno da Alessandro Maiorano, che ci porta se non altro a scoprire come l’istituto balzato alla cronache recenti Banca Etruria,  sia legato (se non altro come gruppo societario) a Banca Federico del Vecchio, istituto quest’ultimo dove sono transitati gli assegni per l’aqcuisto della casa di Nardella.

*Riproduzione riservata