Carlo Taormina
Prof. Carlo Taormina difensore di Alessandro Maiorano

 

Denunciata la Procura di Firenze e il procuratore capo Dott. Giuseppe Creazzo

Insieme a lui denunciati anche PM appartenenti alla stessa procura. L’esposto è stato redatto ieri a Roma dall’ufficio del Prof. Carlo Taormina e sempre secondo quanto ricostruito dal Professore, in sostanza, la procura fiorentina avrebbe in qualche modo “rallentato” le indagini a carico del Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Stando alle impressioni iniziali, un vero e proprio cerchio di potere atto a preservare l’immunità del Premier.

Nello specifico si fa riferimento alle denunce che il dipendente comunale Alessandro Maiorano (storico accusatore di Renzi) ha depositato contro il Premier e sempre secondo quanto documentato, sarebbero divenute in buona sostanza lettera morta. Si scrive: “sussistono tutti gli estremi perché l’Autorità adita proceda ai dovuti approfondimenti per comprendere se i magistrati abbiano omesso atti d’ufficio o abusato di atti d’ufficio in danno dello scrivente e comunque a vantaggio di Matteo Renzi”.

Alessandro Maiorano
Alessandro Maiorano storico accusatore di Matteo Renzi

Resta a questo punto doveroso capire se i ritardi nelle indagini (che riguardano Renzi) da parte della procura siano effettivamente dovuti al normale iter burocratico o se invece messi in arte proprio per salvaguardare l’indagato. Ora spetterà ai pm genovesi competenti indagare sui giudici in servizio nel capoluogo toscano ed accertare se vi siano eventuali responsabilità da contestare ai loro colleghi.

Effettivamente Alessandro Maiorano si era per così dire più volte “lamentato” di una giustizia a rilento se non bloccata, riferendosi proprio alla procura fiorentina. Con questo esposto dell’avvocato Taormina, si spera se non altro poter dare una scossa a tutte quelle denunce che ancora oggi restano lettera morta negli uffici della procura.