renzisfanculatoTRIONFA IL NO ALLA RIFORMA RENZI-BOSCHI 40.89% a 59.11%. Con un afflusso di partecipazione storico gli italiani dicono NO al pasticcio del governo Renzi. Bloccata la modifica alla carta costituzionale renziana che puntava esclusivamente ad arroccare il Partito Democratico al potere con la compiacenza di banche e poteri forti. Sventato con questo risultato netto, un attacco alla democrazia senza precedenti, infatti la riforma toglieva la possibilità per i cittadini di scegliere i componenti del senato delegando tale diritto fondamentale ai rappresentanti regionali, che come sappiamo sono tra i politici maggiormente sotto inchiesta da parte della magistratura. Guarda caso sono anche per il 60% politici appartenenti al Partito Democratico.

Se tale riforma fosse passata, ci saremmo ritrovati una camera ed un senato composti esclusivamente da uomini nominati dal governo. Le bugie con cui il premier ha caratterizzato l’intera campagna elettorale a favore del si non hanno fatto presa sugli italiani, oramai stanchi delle continue promesse senza seguito del presidente del consiglio. Basti pensare alla finta scheda elettorale sventolata pochi giorni prima del voto con cui Renzi voleva convincere gli italiani che avrebbero potuto scegliersi il senato. Quest’ultimo episodio è tra l’altro materia di denuncia da parte del M5S nei confronti del premier, al quale si contesta un abuso di credulità popolare. Dopo questo ennesimo tentato raggiro Matteo Renzi tragga le dovute conclusioni, chieda scusa e soprattutto vada a casa!