Google passa ai fatti togliendo “irrevocabilmente” (così scrive Google) la monetizzazione al Blog (Byoblu.com) di Claudio Messora. Una vera e propria intimidazione in stile mafioso, sapendo quanto siano scarse le risorse su cui un blogger indipendente possa contare. Il ragionamento di Google è semplice e malavitoso: Ti tolgo i soldi e vediamo se continui a scrivere!

Noi è da tempo che lo sosteniamo: Google è un azienda monopolista al servizio della finanza, di certo non interessata al pluralismo dell’informazione.

Segue il post di Claudio:

Stampatevi bene questa data nella testa: 27 gennaio 2017. Il giorno in cui gli effetti della campagna contro le cosiddette “fake news” (ma in realtà con l’obiettivo di colpire l’informazione libera e indipendente), orchestrata da Hillary Clinton, dal Parlamento Europeo, da Laura Boldrini, da Angela Merkel e da tutti quelli che hanno paura che l’informazione libera possa scalzare i loro privilegi e la loro posizione di forza, hanno iniziato a colpire anche in Italia, togliendo la linfa vitale della monetizzazione Adsense, con motivazioni che avrebbero del ridicolo o del tragicomico, se non rappresentassero qualcosa di ben più grave.

Oggi è un giorno pesante, il più pesante per l’informazione libera e indipendente in Italia e nel mondo, da quando ho iniziato a fare questo “mestiere” del blogger, dieci anni fa.”