L’Unità attacca i 5 Stelle prendendo di mira un articolo pubblicato sul blog di Beppe Grillo, dove lo stesso leader del Movimento elencava alcuni successi conseguiti a Roma dalla giunta Raggi. L’Unità, con l’unico intento di denigrare Grillo e i 5 Stelle, questa volta delega il lavoro sporco al blog “romafaschifo.com”, definito sempre dal quotidiano fondato da Gramsci, come “uno dei siti maggiormente impegnati nel denunciare lo stato di degrado in cui, da anni, è sprofondata la Capitale”:sul blog di Beppe Grillo è comparso l’ennesimo post in difesa di Virginia Raggi.[..] 43 successi smontati, punto per punto, dal blog ‘Roma fa schifo, uno dei siti maggiormente impegnati nel denunciare lo stato di degrado in cui, da anni, è sprofondata la Capitale..“.  Mentre Gramsci si starà rivoltando nella tomba, noi tenteremo invece di spiegarvi a chi fa capo “l’autorevole fonte”  scelta dallo storico giornale della sinistra.

    

 Massimiliano Tonelli
Massimiliano Tonelli

Non vi stiamo a riportare l’intero articolo di romafaschifo.com che potete leggere da voi se avete tempo da buttare, secondo noi bastano queste poche righe per farsi un idea di chi abbiamo di fronte: “Nulla di più ridicolo però se questa attività di grottesco maquillage la fai elencando i “43 successi” di Virginia Raggi mettendo insieme le mele con le pere in un lavoro di collazione miserabilmente sciatto, insultante verso chi legge, utile solo ad un’ennesima circonvenzione di incapaci laddove gli incapaci sono costituti dall’elettorato medio di lobotomizzati mentali e di analfabeti funzionali perfetti per essere continuamente raggirati.”

Uno dei commenti comparsi su romafaschifo.com

Abbiamo fatto una piccola ricerca e ci risulta che il fondatore di questo blog sia un certo Massimiliano Tonelli. Tonelli, alle polemiche con chi lo accusa di mostrare un volto inesatto della città risponde animato: “Feccia”, “Pezzenti”, “Gentaccia”. Chi lo contraddice viene investito da una serie di epiteti che sembrano più consoni al vocabolario dei “vandali”.

Ma vediamo allora più nel dettaglio chi è Massimiliano Tonelli:

1) Massimiliano Tonelli è il direttore editoriale di Art Tribune, rivista di proprietà del signor Paolo Cuccia, che siede nel Consiglio di Amministrazione del gruppo Astaldi.

Tra le opere di prestigio in cui Astaldi è coinvolta in Italia figurano il Mose di Venezia, il ponte sullo Stretto di Messina e diverse tratte della Tav. Tutte oggetto di un qualche interesse da parte della magistratura. La Astaldi è inoltre attualmente general contractor di una delle più costose opere pubbliche della storia italiana: la linea C della Metropolitana di Roma.

Ci si aspetterebbe che il più agguerrito blog di denuncia della città eterna abbia a cuore le vicende legate all’opera (linea C). Invece, scorrendo le pagine del sito, non c’è un cenno ai ritardi sull’apertura, al lievitare dei costi (da 2,7 a 3,7 miliardi di euro), alle infiltrazioni mafiose nei subappalti. Nemmeno una parola. Questa è la credibilità di romafaschio.com.

Dal Corriere della Sera: Truffa aggravata ai danni di enti pubblici. Metro C, 12 indagati per truffa 320 milioni «regalati» alle imprese”: è questo il reato contestato agli indagati.[..] per la procura «gli accordi che hanno portato al pagamento delle somme sopra citate sono state il frutto non solo di artifici e raggiri» da parte del gruppo di imprese (Caltagirone, Astaldi, Ansaldo Finmeccanica e le cooperative di costruttori).

2) Massimiliano Tonelli è anche il responsabile dei contenuti digitali del Gambero Rosso, società di proprietà del signor Paolo Cuccia che siede nel Consiglio di Amministrazione del gruppo Astaldi.

romafaschifo.com difende l’ex. sindaco del PD Marino

3) Massimiliano Tonelli è in fine il titolare del sito Romafaschifo.com, che però “non ha una redazione, non c’è un responsabile, non c’è un controllo sui contenuti pubblicati: Roma fa schifo è un semplice blog, un diario, non una testata giornalistica”. Si legge sul disclamer del sito.

Quando il primo troncone della Linea C di Astaldi viene finalmente inaugurata le cose non vanno tanto bene. Il sindaco Ignazio Marino rimane bloccato in un vagone per problemi tecnici con le nuove porte. Su Romafaschifo nemmeno un accenno a questo difetto dell’opera.

 

A Romafaschifo piaceva molto anche la metropolitana di Napoli, tanto da dedicargli diversi post su Facebook , molti commenti e un bell’articolo di comparazione con Roma: “Quello straniante senso di vergogna che provi aggirandoti nella metropolitana di Napoli”. Viene da chiedersi chi stia realizzando la metropolitana di Napoli riqualificando le stazioni di superficie. Per coincidenza la costruzione è stata affidata proprio alla Astaldi.

Toh.. Vuoi vedere che romafaschifo.com in qualche maniera è riconducibile a quei “soliti noti” che nella Roma di Ignazio Marino (PD) si beccavano gli appalti senza gara? Appalti che oggi grazie all’approvazione del bilancio comunale da parte della giunta (Raggi), non possono più essere affidati a nessuno se non dietro regolare gara d’appalto?

Da ultimo il curioso endorsement sull’Huffington post da parte del deputato PD Michele Anzaldi, favorevole ad una poltrona nella giunta Marino per  Massimiliano Tonelli: