C’È ATTESA per Beppe Grillo e Alessandro Di Battista, che forse verranno. Hanno già fatto sapere che non ci saranno, per altri impegni, Luigi Di Maio e Davide Casaleggio. Inizia domani davanti al Tribunale di Napoli Nord il processo per diffamazione che vede imputato l’ex militante grillino Angelo Ferrillo e la parte più succosa del dibattimento è la lista testi dell’av – vocato Marco De Scisciolo. Cioè lo stato maggiore del M5S, chiamato a rispondere a domande sui “segreti ” meglio custoditi del Movimento: chi e come gestisce il software della Casaleggio Associati, quali sono le procedure per le votazioni on line che formano le liste elettorali. Ferrillo infatti è alla sbarra per aver pubblicato su Facebook frasi su Gianroberto Casaleggio che il co-fondatore del M5s ritenne offensive. Successe nei giorni in cui l’attivista napoletano veniva sospeso ed estromesso dalle elezioni campane per alcune vecchie critiche sulla scarsa trasparenza delle primarie on line alle Europee 2014: “Nessuno degli esclusi, come me, ebbe la possibilità di sapere quanti voti aveva ottenuto”.