Massimiliano Tonelli è il titolare del sito Romafaschifo.com, che però “non ha una redazione, non c’è un responsabile, non c’è un controllo sui contenuti pubblicati: Roma fa schifo è un semplice blog, un diario, non una testata giornalistica”. Si legge sul disclamer del sito. In un recente articolo apparso su romafaschifo.com:

Lo sciopero selvaggio dei taxi è ancor più inquietante di quanto sembri

Si cerca di infangare il Movimento 5 Stelle e in particolare la giunta Raggi che secondo romafaschifo.com sarebbe tutt’uno con “i tassinari, capaci di spostare pacchetti di voti come fa la criminalità organizzata..”.

Ecco alcuni stralci dell’articolo di romafaschifo.com:

Ma perché i tassisti protestano in maniera così animata. Perché sono convinti che alcuni accorgimenti contenuti nel decreto Milleproroghe, in via di approvazione in Parlamento, siano un vantaggio per Uber. Si tratta in realtà di una sacrosanta proposta di Linda Lanzillotta di togliere una clausola ad una vecchie norma di una decina d’anni fa..”

Sulla modifica alla legge che penalizza i tassisti di Roma: “Oltre che incostituzionale quella legge era assurda perché pensata esclusivamente per i problemi, tutti locali e non presenti in altre città d’Italia, della situazione romana. A Roma il numero delle licenze di taxi è bassissimo (lo si tiene basso in modo che chi ha la licenza ha un titolo che vale molto, come nel protezionismo fascista o nel corporativismo medievale), ancor più artatamente basso è il numero delle licenze NCC: poche centinaia. Sebbene il mercato richieda in maniera spasmodica questa tipologia di servizio. Per non inimicarsi i tassinari, capaci di spostare pacchetti di voti come fa la criminalità organizzata quando decidere di sostenere quella o questa compagine politica, le amministrazioni comunali non hanno mai adeguato l’offerta di licenze alle richieste del mercato”.

La diffamazione sui 5 Stelle:Il problema, rispetto a tutto questo se lo caliamo nel contesto romano, è che i tassisti (sovente i peggiori) teleguidano una parte della politica romana. Proprio teleguidano (“noi chiediamo, loro fanno”) e questo è inquietante. Visto che i teleguidati sono di ogni colore politico, ma visto anche che i Cinque Stelle sono teleguidati al 100%, la cosa si fa imbarazzante visto che ora i Cinque Stelle sono al governo della città”.

Continua la diffamazione:All’elezione della Sindaca Raggi, Pasquale Merlo postava così. Sottolineando che ci sarebbero stati problemi per i “buri” ossia gli ncc con Autorizzazione non del Comune di Roma. In questo post dove Merlo spiega il sistema che lega i ras dei tassinari alla politica e ai sindacati: “noi chiediamo, loro rispondono”. In questo video si spiega che i SoffoKati (il gruppo di tassisti oltranzisti) e il M5S sono in realtà “una cosa sola”. E in quest’altro post c’è di mezzo pure Luigi Di Mario. Con ogni probabilità poco dopo l’uscita di questo articolo tutti i link saranno disattivati, ma intanto ci proviamo”.

Auspichiamo che tali dichiarazioni vengano sottoposte a verifica da parte del Movimento 5 Stelle per valutare se esitano gli estremi per una querela nei confronti di  Masimiliano Tonelli titolare di romafaschifo.com

Già in un precedente aricolo romafaschifo.com aveva insultato gli elettori 5 Stelle definendoli:”un’ennesima circonvenzione di incapaci laddove gli incapaci sono costituti dall’elettorato medio di lobotomizzati mentali e di analfabeti funzionali perfetti per essere continuamente raggirati.