UnitaCorrusiisnd8jd di infoindipendente

Dopo il salvataggio de L’unità caldeggiato da Renzi gli affari della Pessina volano. La trasmissione di Rai3 chiede chiarimenti all’ex premier e segretario Pd, che fa rispondere da un avvocato.

Matteo Renzi rischia grosso insieme a Francesco Bonifazi, il tesoriere del PD che invece avrebbe fatto da  intermediario con Carlo Russo, uomo fidato della famiglia Renzi.

Francesco Bonifazi tesoriere del PD

Dietro il salvataggio de l’Unità, nel 2014, c’era un accordo premiava l’imprenditore che l’ha rilevata. Con l’assegnazione di futuri appalti in Kazakistan? Ed è vero che, in questa storia, l’Eni ha giocato un ruolo essenziale? Matteo Renzi sceglie di non rispondere. Anzi. Minaccia querele. Eppure la vicenda riguarda anche i cronisti e i lettori de l’Unità – oggi in profonda crisi, con durissimi tagli all’orizzonte – oltre che l’intero Pd e il sistema degli appalti pubblici. E invece a Report invia poche righe, firmate da un avvocato: si tratta di notizie false, diffamatorie e calunniose, scrive il legale, annunciando “le opportune iniziative giudiziarie contro chi assumerà la responsabilità di avvalorarla e diffonderla”.

Se l’intento era quello di bloccare l’inchiesta, firmata da Emanuele Bellano, l’obiettivo non è stato raggiunto: Report la trasmetterà questa sera.