Anziani_mi di infoindipendente

I tagli lineari per pagare la mancia degli 80 euro sono andati a colpire le fasce più deboli, molti anziani dopo la manovra scellerata del governo Renzi si sono visti costretti a rinunciare anche alle cure di base.

Il bersaglio principale del rottamatore è stata la sanità per circa 800-900 milioni nel 2014 e un altro miliardo e mezzo dal 2015 per un taglio strutturale di 2,4 miliardi. Nel mirino tutti i comparti: dai farmaci alle convenzioni alla spesa ospedaliera fino all’acquisto di beni e servizi.

La riduzione di spesa operata dal governo Renzi ha inciso sulla carne viva dei cittadini. Renzi è andato giù dritto nonostante sapaesse che Il Sistema sanitario nazionale non poteva sopportare ulteriori tagli. Come del resto veniva confermato da un Indagine conoscitiva disposta dal Parlamento.

I risultati delle scelte scellerate di Renzi sono oggi sotto gli occhi di tutti.