Con la Lega ci può essere una convergenza se si libera dei suoi elementi più propagandistici. Se vuole fare un ragionamento serio, senza posizioni estremiste. Per intenderci: la Lega è il partito di Umberto Bossi che diceva di voler sparare sui barconi. Ecco, se si ripuliscono di queste forme di propaganda, si può aprire un ragionamento. Ma è ancora presto per parlarne. Sicuramente c’è più vicinanza con loro, su questi temi, che con il Pd, che sento vorrebbe ripopolare le zone disabitate d’Italia, come i borghi, con i migranti”. Sono le dichiarazioni di Carlo Sibilia che ha però puntualizzato in un secondo momento: “È giusto che cominciamo a definire meglio i temi che interessano alla gente e a dare delle risposte ad esigenze che sono sotto gli occhi di tutti, le entrate indiscriminate in Italia non aiutano nessuno, né i migranti né noi”.

Le cose sono due: O Sibilia si è spiegato male nel suo primo pensiero (mentre sottoscriviamo pienamente il secondo che ci pare la trascrizione fedele di un nostro articolo dell’altro ieri), oppure impazza tra i deputati la gara alla “minchiata del giorno” e a chi la dice più grossa.

Girolamo Pisano
Girolamo Pisano

Questo clima da “colpo di sole” non giustifica comunque le affermazioni di Pisano, il vincitore indiscusso con la “sparata” più grossa. Il deputato Girolamo Pisano ha dichiarato riferendosi a Sibilia che: “Per ora sono solo chiacchiere ma temo diventeranno atti concreti, temo che presto si passerà all’azione, che le parole si trasformino in provvedimenti… Io l’ho detto ai miei amici 5 stelle di Salerno, tra un po’ ci tocca mettere la cravatta verde. E a quel punto io me ne andrò”. Pisano fi qui si sarebbe già esposto sufficientemente al ridicolo, ma non pago prosegue:“Tutto porta a pensare che si andrà a votare con un sistema proporzionale. e vuoi governare, ti devi alleare. Con chi? La risposta è quasi naturale, è chiaro da tempo che pensano a Salvini”.

Possiamo  tranquillamente affermare che quella di Pisano più che fedeltà ai principi sembra tanto una palla al balzo che forse aspettava. Non ci pare ci sia nessun equilibrio nelle sua uscita su di un tema che aldilà sia stato esternato in maniera bizzarra da Sibilia è quantomeno impraticabile. Certo che se ad ogni tornata elettorale non soddisfacente,  dobbiamo assistere a deputati ai quali crollano i nervi e straparlano senza alcuna misura, la situazione diventa paradossale. E’ bene che anche loro si facciano al più presto un esamino di coscenza.