Alessandro Di Battista a Carrara per sostenere al ballottaggio il candidato sindaco Francesco De Pasquale: “ho parlato col cuore scrive sul suo profilo facebook”.

L’estenuante campagna elettorale per Di Battista non è ancora terminata, il parlamentare è impegnato adesso a sostegno dei ballottaggi che si concluderanno con il voto del 25 Giugno prossimo.

Alessandro di Battista lo abbiamo seguito in più comizi durante questa campagna elettorale e possiamo confermare che  il cuore ce l’ha messo sul serio. L’impegno elettorale degli ultimi mesi ha tenuto in piazza Di Battista ogni fine settimana, con incontri pubblici che prevedevano in alcuni casi tre interventi giornalieri. A Lodi era presente anche la compagna di Alessandro, tra l’altro in dolce attesa. Non possiamo nasconderci davanti all’evidenza che Alessandro di Battista, così come altri esponenti 5 Stelle, rapprenta l’orgoglio di un Movimento che ha saputo incanalare la preparazione e il cuore del giovane politico.

Le persone gli manifestano affetto. Si passa da anziane signore che vedono in lui il “nipote” preferito e lo abbracciano, a persino chi lo ringrazia per aver utilizzato i propri servizi igienici poco prima di un suo intervento. Non è un esagerazione, ma un fatto realmente accaduto.

“No si può ragionare per partito preso..” dice Di Battista e aggiunge: “siamo massacrati dalla stampa, perchè vogliamo regolamentare l’immigrazione saremmo dei fascisti?“, “io sono in parlamento da 4 anni e ve lo dico, questi non valgono nulla!” Conclude riferendosi a coloro che fanno politica per i partiti.

A chi afferma che i 5 Stelle sono uguali agli altri, Di Battista replica: “noi siamo sempre in piazza! Al fatalismo di coloro che dicono ‘tanto so tutti uguali..’ Ma tutti uguali de che???” Puntualizza:Ci siamo tagliati gli stipendi, non abbiamo preso un centesimo di rimborsi elettorali e i soldi che ho restituito a me servirebbero! Sai che campagna avremmo fatto con 42 milioni di rimborsi invece che col pulmino?”

Di Fabio Garini